2017/07/27 – Variazione delle condizioni economiche e contrattuali relativa alle spese di produzione e spedizione fattura mobile

A partire dal 1° settembre 2017 l’importo dovuto per la produzione e la spedizione di ciascuna fattura cartacea per la clientela mobile (compresa quella inviata all’eventuale singolo Utilizzatore del Cliente con attivo il servizio TIM TUO/DUO), passerà da 2,00 € a 3,90 € (IVA esclusa).

Si ricorda che per tutti i Clienti e per gli eventuali Utilizzatori è possibile richiedere il servizio gratuito “NoCarta” per non ricevere più la fattura cartacea eliminando le spese di produzione e spedizione; le fatture sono sempre consultabili, previa registrazione, per i Clienti Liberi Professionisti e Partite IVA nell’Area Clienti di questo sito nella sezione dedicata alle Fatture, e per le Piccole, Medie e Grandi Aziende nell’Area Clienti del sito mybusiness.it nella sezione “Fatturazione e Traffico – Telefonia Mobile – Fatture Aziendali (per gli Utilizzatori “Fatturazione e Traffico – Telefonia Mobile – Fatture Personali”).

Esclusivamente per i Clienti Mobili (inclusi gli eventuali Utilizzatori) che al 31 agosto 2017 avranno attivato il servizio di domiciliazione bancaria o postale della Fattura e il servizio di “NoCarta” le Fatture saranno consultabili esclusivamente nell’Area Clienti con l’eliminazione della Fattura cartacea e relativi costi. Viceversa, ai Clienti (inclusi gli eventuali Utilizzatori) che ricevono la Fattura cartacea (ed eventualmente anche il Bollettino Postale) per scelta o perché non in possesso di entrambi i requisiti sopra descritti (domiciliazione della fattura e attivazione del servizio “No Carta”),  verrà addebitato il nuovo importo pari a 3,90 €(IVA esclusa), per la produzione e la spedizione di ciascuna fattura cartacea.

In ogni momento è possibile modificare l’indirizzo e-mail utilizzato  per la notifica dell’emissione della Fattura e richiedere di ricevere nuovamente anche la Fattura in formato cartaceo, con addebito dell’importo di 3,90 € (IVA esclusa), chiamando il Servizio Clienti 191 per i Clienti Liberi Professionisti e Partite IVA oppure chiamando il Servizio Clienti 800.191.101 o il referente abituale per le Piccole, Medie e Grandi Aziende. Ricordiamo che sarà cura dei Clienti informare gli eventuali Utilizzatori in merito alle suddette variazioni.

 

DIRITTO DI RECESSO

I Clienti che non intendano accettare le variazioni economiche e contrattuali sopra indicate, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche hanno il diritto di recedere dal Contratto o di passare ad altro operatore, senza costi,  dandone comunicazione scritta entro e non oltre il 31 agosto a TIM, all’indirizzo postale indicato in fattura o via fax al numero gratuito 800.423.131

Per tale comunicazione non è obbligatorio l’invio tramite raccomandata A/R (è comunque necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del cliente titolare del contratto da cessare).

Per maggiori informazioni sulle suddette variazioni economiche, sulle variazioni del Contratto Multibusiness di cui all’articolo 5.4 e sul diritto di recesso, è possibile per i Liberi Professionisti e Partite IVA contattare il Servizio Clienti 191. Per le  Piccole, Medie  e Grandi Aziende sono a disposizione il numero 800.191.101 o il referente abituale.