SEPA (Single Euro Payments Area)

Migrazione degli strumenti di Pagamento Nazionali all’Area Unica dei Pagamenti in Euro

Telecom Italia nel 2013 ha informato la propria clientela, attraverso uno specifico messaggio informativo pubblicato sulle fatture fisso e mobile, in merito all’applicazione del Regolamento UE 260/2012 che prevede, entro il 1° febbraio 2014, la sostituzione obbligatoria del servizio di addebito diretto nazionale con l’adozione di nuovi schemi di pagamento europei (SEPA).

Le autorizzazioni all’addebito in conto (c.d. domiciliazioni RID bancarie e postali) per l’incasso di addebiti diretti periodici secondo uno schema nazionale, rilasciate al beneficiario del pagamento prima del 1° febbraio 2014, sono restate valide anche dopo tale data.

Telecom Italia, in qualità di beneficiario del pagamento, ha utilizzato nuovi strumenti di addebito diretto SEPA, senza soluzione di continuità rispetto alle precedenti domiciliazioni RID in essere con la propria Clientela e mantenendo invariate le modalità di pagamento.

Le regole relative all’ eventuale storno del pagamento effettuato tramite addebito diretto, sono coerenti alla classificazione del conto corrente applicata dall’istituto incaricato del pagamento in funzione della tipologia di clientela.